Noi, le piante e le nostre esperienze.

Logo progetto
Logo Mused
salta la navigazione e vai al contenuto
Ti trovi in: Home page > La visita ai musei dell'Universita' La Sapienza

Un' esperienza interessante

Il giorno 18 febbraio ci siamo recati all'Universita' La Sapienza per visitare il musei Erbario e Chimica.

Il primo museo era quello di botanica cioè l' Erbario. Ci ha accolto Luca, il responabile, che ci ha spiegato tante cose. L' erbario di Roma è arrivato all' Università nel 1932 e contiene un milione e cinquemila esemplari ed è uno dei più grandi al mondo.

La maggior parte degli esemplari sono conservati in una stanza termoclimatata dove c'è poca umidità e la temperatura è sempre di 16°.

Ciò serve ad evitare che gli esemplari vengano attaccati da un pericoloso moscerino che li potrebbe distruggere.

PERCHE' NASCONO GLI ERBARI?

I professori di medicina li usavano pe insegnare agli studenti a riconoscere le piante.

Le piante officinali venivano e ancora vengono usate per comporre le medicine.

Ci chiediamo "Ma senza le piante come faremmo?"

Un altro scopo è quello di conservare le specie e fare dei confronti con quanto si è raccolto.

eccoci all'erbario Le alghe sembrano un'opera d'arte!!

alghe

carota selvatica

erbario

Per far seccare bene i campioni bisogna metterli nella camicia (un foglio di giornale); mettere la camicia fra due cuscinetti (due interi giornali) e cambiarli tutti i giorni.

La metodica di classificazione con il nome scientifico binario fu creato da Linneo nel 1700. Il primo indica la specie, il secondo il genere.

Esempio : Mentha piperita

menta

carota selvatica

noi introrno al tavolo con Luca che spiega

aglio

MUSEO DI CHIMICA

Appena siamo arrivati una ragazza ci ha mostrato alcuni apparecchi

:il distillatore,un apparecchio che serve a distillare cioe' togliere i germi dall' acqua.Poi ci ha fatto vedere un apparecchio che testa vari tipi di materiali ricreando gli agenti atmosferici.In seguito abbiamo osservato

una maxi batteria e un potente microscopio.Subito dopo abbiamo fatto un esperimento con i colori e, grazie a un cannochiale molto speciale abbiamo osservato il mondo da un' altra prospettiva. E per finire uno scienziato ha composto delle formule chimiche con delle costruzioni e, aggiungendo varie sostanze,alcune anche mortali, a un estratto di cavolo, è riuscito a far cambiare colore e all' estratto. Insomma,è stata una gita davvero straordinaria!!!

noi al museo di chimica

distillatore

sciroppo e distillato

reazioni

fiori da seccare

Ora stimao provando a far seccare i fiori che raccogliamo nelle nostre uscite al parco!!!

Creazione: 16/03/2014 - Ultima modifica: 31/03/2014
URL: http://mused.uniroma1.it
Pagina web realizzata con il software di generazione automatica di siti usabili e accessibili ASD 2.

XHTML validato! CSS validato!